Gli infrarossi fanno male?

Il riscaldamento ad infrarossi fa male? Quali sono le controindicazioni degli infrarossi? Tutti i sistemi di riscaldamento ad infrarossi sono uguali? Come funziona il sistema di riscaldamento ad infrarossi a onda lunga?

Queste sono domande molto frequenti al giorno d’oggi, in quanto sempre di più si sente parlare di pannelli ad infrarossi e pannelli radianti, in questo articolo risponderemo a tutte queste domande.

Iniziamo subito con la domanda essenziale: sono nocivi alla salute?

La risposta è NO, in generale i sistemi di riscaldamento ad infrarossi non sono dannosi alla salute umana, e in alcuni casi sono addirittura benefici.

Anche se bisogna fare alcune distinzioni tra diversi tipi di riscaldamento e diversi tipi di infrarossi.

Cosa sono gli infrarossi e quali tipologie di infrarossi esistono

La radiazione infrarossa è quella radiazione con frequenza inferiore a quella della luce visibile e superiore a quella delle onde radio. Stiamo parlando quindi di una lunghezza d’onda compresa tra i 700nm e 1mm (banda infrarossa).

Il termine significa sotto (infra) il rosso, che è il colore visibile con la frequenza più bassa della luce visibile.

L’infrarosso è quella frequenza elettromagnetica associata al calore, questo perché ogni oggetto con temperatura superiore allo zero assoluto (in pratica qualsiasi oggetto) emette delle onde infrarosse in modo naturale.

Ovviamente più la temperatura dell’oggetto è alta, e più la lunghezza d’onda si avvicina alla luce visibile, finché l’oggetto non diviene incandescente.

Esistono diversi tipi di infrarossi dipendendo dalla lunghezza d’onda rilevata:

  • vicino 0,75 µm -1,4 µm
  • onda corta 1,4 µm – 3 µm
  • onda media 3 µm – 8 µm
  • onda lunga 8 µm – 15 µm
  • lontano 15 µm – 1000 µm

I raggi infrarossi vicini e a onda corta penetrano nei tessuti organici e possono provocare danni. Maggiore è la lunghezza d’onda, minore è la profondità di penetrazione nei tessuti.

  • Vicino e onda corta: è la radiazione con la profondità di penetrazione più elevata e può colpire la retina e il tessuto adiposo.
  • Onda media: non colpisce la retina e penetra solo nei vasi sanguigni sfiorando appena il tessuto adiposo.
  • Onda lunga e lontano: non oltrepassa lo strato superficiale della cornea, aiuta la circolazione sanguigna. Sono usati in medicina per il recupero muscolare e sono benefici alla salute.

I raggi infrarossi sono dannosi alla salute?

Come detto precedentemente, i raggi infrarossi generalmente non fanno male alla salute. Ma dipendendo dalla tipologia di infrarosso possono essere più o meno dannosi.

I raggi ad infrarossi a onda vicina o corta sono i più dannosi in quanto penetrano nei tessuti organici, nella retina e nel tessuto adiposo, quindi una lunga esposizione a questo tipo di raggi potrebbe causare danni alla vista. Ma non è necessario preoccuparsi, perché questo tipo di infrarossi è usato per sistemi di riscaldamento ai quali non ci esponiamo per molto tempo, per esempio in lampade da riscaldamento esterno, come quelle che troviamo fuori da bar e ristoranti (quelle di colore rosso/arancione incandescente). Quindi l’esposizione a questo tipo di riscaldamento è normalmente molto limitato e non ha nessun tipo di controindicazione per la salute.

Gli infrarossi ad onda media, sono quegli infrarossi emessi da sistemi tradizionali di riscaldamento come possono essere i termosifoni, le stufe elettriche, gli spalti, ecc. Questo tipo di infrarossi non rappresentano un pericolo per la salute in quanto non colpiscono la retina.
I sistemi di riscaldamento che utilizzano questo tipo di infrarossi si caratterizzano per la capacità di riscaldamento per moto-convettivo, ovvero riscaldano l’aria circostante, la quale tende a salire facendo scendere l’aria fredda che a contatto con la fonte di infrarossi si scalda e sale, creando in questo modo un circolo d’aria calda-fredda. In questo caso è quindi importante sottolineare che gli eventuali problemi di salute che si possono riscontrare con questi sistemi di riscaldamento, sono dovuti al circolo d’aria che si crea, più che ai raggi infrarossi.

Gli infrarossi di onda lunga e lontani, sono utilizzati dai sistemi di riscaldamento più avanzati, oltre che in medicina, e sono benefici per la salute umana.
Vengono spesso chiamati il “raggio della salute” o “Raggio di vita”, questo perché permettono di velocizzare le fasi riabilitative che fanno seguito a un’operazione invalidante o a infortuni particolarmente compromettenti per la mobilità del soggetto. I raggi ad infrarossi a onda lunga, infatti, hanno la caratteristica peculiare di penetrare, senza danneggiare, nel sistema vitale dell’essere umano, dilatando i vasi sanguigni e permettendo di aumentare sensibilmente l’afflusso circolatorio. Attivazione metabolica, riparazione cellulare e riscaldamento ematico sono sicuramente i capisaldi di un impiego sempre più diffuso degli infrarossi in una ricca gamma di terapie scientificamente comprovate.
Questo tipo di raggi ad infrarossi benefici vengono utilizzati anche dai sistemi di riscaldamento più avanzati, in particolare dalla tecnologia brevettata Celsius, che produce pannelli di riscaldamento domestico ed industriale con ottimi riscontri da parte dei clienti.

Riscaldamento domestico con infrarossi ad onda lunga

Come menzionato, gli infrarossi ad onda lunga, oltre che per scopi medici, vengono usati come sistema di riscaldamento domestico ed industriale.

Come funzionano i sistemi di riscaldamento ad infrarossi a onda lunga?

I sistemi di riscaldamento ad infrarossi a onda lunga funzionano per irraggiamento ovvero, a differenza di quelli a onda media, non scaldano l’aria, bensì le pareti, il soffitto e il pavimento, che a loro volta rilasciano calore e quindi l’ambiente si percepisce riscaldato.

Ci sono molti vantaggi correlati a questo tipo di riscaldamento, in primis il benessere abitativo visto che la temperatura è costante in tutto l’ambiente, e si evita l’effetto “piedi caldi testa fredda” del riscaldamento a pavimento e l’effetto “testa calda piedi freddi” del riscaldamento a soffitto. Inoltre è un sistema totalmente silenzioso ed esteticamente appagante. Il riscaldamento ad infrarossi a onda lunga, riscaldando le pareti, fa sì che l’umidità contenuta in queste, esca capillarmente verso l’esterno, in questo modo le pareti si bonificano e si eliminano eventuali muffe e funghi. Inoltre, le pareti asciutte sono significativamente più isolate rispetto alle pareti umide.

Un altro vantaggio molto importante è il risparmio in bolletta. Questo avviene solo per i sistemi di riscaldamento più avanzati, con i quali si può risparmiare almeno un 20-40% in bolletta rispetto ad altri sistemi di riscaldamento tradizionali come i termosifoni o il riscaldamento a pavimento.
Per esempio, con i sistemi di riscaldamento Celsius si può scaldare in media un appartamento di 100 m2, con 6 stanze, classe energetica C, in zona climatica F (Parma) con 10 Kwh al giorno che corrispondono all’incirca a 2,1€ al giorno (0,21€ di energia elettrica per Kwh), con una media mensile di spesa per riscaldamento di 64€, per 6 mesi all’anno, quindi per una spesa annuale di 384 €, contro la media di 475€ di un sistema di riscaldamento a pompa di calore o 842€ per un sistema a gas.
Inoltre, non sono necessarie manutenzioni periodiche né controllo di fumi, il che corrisponde ad un risparmio annuale significativo.

Un terzo vantaggio per i sistemi di riscaldamento ad infrarossi a onda lunga è generalmente la facilità d’installazione. La tecnologia che produce infrarossi ad onda lunga, viene normalmente sotto forma di pannello radiante in vetro, il quale si appende sulla parete più fredda a 10-15 cm dal pavimento e si attacca alla corrente. Nono sono quindi necessari lavori di muratura o elettrici.

Attenzione alle aziende che vendono falsi pannelli ad infrarossi a onde lunghe!

Le onde infrarosse, come abbiamo detto, sono prodotte da tutti gli oggetti che hanno una temperatura superiore allo zero assoluto.

Quindi, tutti i sistemi di riscaldamento producono raggi ad infrarossi. Ma si distinguono per la lunghezza d’onda.

L’unico sistema certificato per produrre raggi infrarossi a onde lunghe adatte al riscaldamento domestico ed industriale (ovvero con una capacità di irraggiamento minima di 6 metri dalla fonte) è il sistema brevettato Celsius. Altri sistemi di riscaldamento presenti sul mercato, che si spacciano per sistemi di riscaldamento domestico ad onde lunghe, hanno una distanza d’irraggiamento massima di 2 metri dalla fonte, questo significa che sono adatti solo per stanze molto piccole o per produrre infrarossi ad onde medie, che riscaldano l’aria e funzionano per moto-convettivo e non per irraggiamento.

Quindi attenzione alle truffe! E’ sempre buona pratica controllare tutti gli aspetti tecnici e tecnologici di vari sistemi e metterli a confronto oltre a controllare la qualità del servizio a clienti di ogni azienda per fare una scelta più informata.

62 Commenti
  • Buongiorno, una curiosità tecnica.
    Stiamo valutando di installarlo nella stanza dei bambini a 15-20 cm dal pavimento (come suggerito). La domanda: che temperatura superficiale sviluppa a piena potenza nella superficie frontale e posteriore? E’ possibile installarlo di fronte alla presa di forza in modo da nascondere il cavo?
    grazie.

    • Buongiorno Enrico,

      La temperatura superficiale frontale è di 80 gradi e posteriore di circa 70 gradi, non c’è pericolo di ustioni in quanto il calore trasmesso con la nostra lunghezza d’onda viene percepito immediatamente dalla pelle umana. Senza problemi può installarlo sopra la presa di corrente in modo da nascondere il cavo. Inoltre, le vorrei ricordare che l’infrarosso prodotto dai nostri sistemi di riscaldamento non viene bloccato da nessun tipo di mobile o complemento d’arredo (a patto che non sia di metallo), ed è 100% sicuro per la salute di tutta la famiglia in quanto non emette onde elettromagnetiche dannose.

      La contatto anche per email in modo che se ha altri dubbi la conversazione sia più agile.

      Cordiali saluti,
      Silvia

  • Ho letto l’ articolo e speravo di venire illuminato (
    oltre che riscaldato. Purtroppo non ho capito come funzionano. Pero’ ho colto una falla sulla parte di risparmio di spesa “10 Kw al giorno che corrispondono all’incirca a 2,1€ al giorno (0,21€ di energia elettrica per Kw)” . non e’ possibile confondere i KW con i KWh . Con il che siete bocciati Addio

    • Buongiorno Alberto,

      La ringrazio del suo commento e di averci gentilmente fatto notare che c’è stato un errore di scrittura da parte del nostro editor, effettivamente si parla di Kwh e non di Kw, è stata dimenticata una “h” che provvederemo subito ad aggiungere.
      Comunque nonostante la forma non sia quella corretta, la sostanza del testo rimane la medesima, ovvero con il sistema di riscaldamento Celsius, nelle condizioni spiegate nell’articolo, all’anno il costo per il riscaldamento sarà sui 384€, contro i 475€ di una pompa di calore ceteris paribus. Questo è un calcolo fatto in base a dei dati in una condizione specifica presa come esempio, ma se vuole un calcolo personalizzato per la sua casa ci mandi una mail e le faremo tutto il calcolo consumi gratuitamente.

      Se non ha capito il funzionamento dei pannelli la invito ad andare nella parte del sito preposta alla spiegazione della tecnologia visto che questo si tratta di un blog e non di una sezione tecnica, o in alternativa ci può chiamare al 3888427917 e un tecnico le spiegherà il funzionamento dei pannelli e le risolverà tutti i suoi dubbi.

      Mentre se lei ci ritiene “bocciati” per un errore di scrittura, la invitiamo a continuare a spendere di più con il suo sistema di riscaldamento che sicuramente ha assunto migliori editors per scrivere gli articoli del loro blog.

      Cordiali saluti,
      Silvia

        • Salve,

          le ho inviato per email il modulo da compilare per ricevere un calcolo consumi personalizzato e una consulenza gratuita su quali e quanti pannelli fanno al caso suo e il relativo preventivo.

          Cordiali saluti

  • Salve
    Sono interessato ai vs pannelli riscaldanti
    Visto che tra pochi mesi ho intenzione di ristrutturare casa
    Se possibile inviatemi ulteriori informazioni tecnico/visive dei Vs prodotti
    Grazie

    • Buongiorno Ermanno,

      Certo, tutte le informazioni le può trovare sul nostro sito ma le invio anche un email.

      Cordiali saluti,
      Silvia

  • Buongiorno, sto ristrutturando una taverna con una stanza di circa 40 mq, con un lato interrato dove i muri sono un pò umidi, che tipo di pannello dovrei istallare e i costi.
    Grazie Saluti
    Fabio

      • Buongiorno, vorrei il vostro parere su come è con quale pannello integrare di 2/3 gradi la temperatura in una stanza di 32 mq. (5,20 x 6,15) esposta su 3 lati con 3 grandi finestre. Sotto le 2 laterali ho termosifoni con acqua a 50/55 gradi poiché ho un impianto a pompa di calore. L’eventuale pannello dovrebbe essere dotato di termostato così da regolare la temperatura raggiunta. Grazie.

  • Buonasera,

    sto valutando un sistema i riscaldamento per un appartamento di 60 metri quadrati seminterrato lato sud esposto al sole, a 900 metri di altezza, in provincia di bergamo zona montana, classe g, anno di costruzione 1972, seconda casa, piano terra, lato nord ovest appoggiato a terrapieno, lato est ad altro appartamento, lato sud aria aperta. l’appartamento era riscaldato da vecchia caldaia a gasolio e sistema di ventilazione. l’appartamento costa di camera da letto, cucina piccola, bagnetto, camera da letto e cameretta. avevo optato per stufa a pellet poi ho visto sistema a pannelli infrarossi. stante queste condizioni, ritenete che i pannelli infrarossi possano essere efficaci? consideriamo che trattasi di seconda casa. grazie

    • Salve, certo il nostro sistema sicuramente può essere una buona opzione. Molto probabilmente essendo seconda casa le verrà consigliata la linea più economica Fahrenheit.
      Le scrivo una mail con un modulo da compilare così le facciamo un calcolo dei consumi, le consigliamo i pannelli che fanno al caso suo e le facciamo un preventivo personalizzato.
      Cordiali saluti

    • Salve Valter,
      I nostri pannelli rientrano nel bonus di detrazione fiscale del 65% per il building automation e anche nell’ecobonus del 110% per un valore di 15000 euro per unità abitativa se ha già una pratica aperta.
      Cordiali saluti

    • Buongiorno, ho una casetta in montagna, un soggiorno con un soppalchino che si affaccia nel soggiorno, e una stanza letto matrimoniale piccola e un bagnetto adiacente alla stanza da letto. Vorrei sapere se le piastre sono indicate a questo tipo di appartamento, un preventivo e se indicate per la montagna con temperature rigide da neve. Grazie se mi può rispondere via mail

  • Buongiorno, avrei bisogno di un preventivo per un appartamento seminterrato di 60mtq. Altezza soffitti di 2,30mt.
    Con pannelli ad onda lunga ( non lunghissima) grazie

  • Il mio studio si compone di 2 stanze + servizio igienico . Nella stanza più piccola ho installato un condizionatore a pannello radiante di una nota marca che funziona benissimo . Nella stanza più grande di circa 21 mq non ho alcun sistema di riscaldamento per cui quando passo dalla stanza più piccola a quella più grande si avverte la differenza di temperatura . Vorrei riscaldare la stanza più grande con un pannello ad infrarossi ad onda lunga (BREVETTO CELSIUS) . Quale mi consiglia ?
    Tenete presente anche che lo studio si trova in un fabbricato antico a piano terra con mura maestre di cm. 80 per un’altezza di mt. 3,00 circa . GRAZIE . ATTENDO

  • Baita in montagna metri quadri 67 altezza 1650metri preventivo basta un solo pannello . È possibile accedere a distanza

  • Buongiorno
    vorrei sapere, cortesemente, che differenza c’è, in termini di lunghezza d’onda, fra l’irradiazione infrarossa dei vostri pannelli e quella di una lampada tipo Philips IR250CH BR125 230-250V E2, da 250 watt.
    Grazie

    • Salve,

      La differenza sta nella lunghezza d’onda, la lampadina da lei citata produce infrarossi ad onda corta, i nostri pannelli infrarossi ad onda lunga. Sono due cose completamente diverse.

      Cordiali saluti,

  • Buon pomeriggio avrei bisogno di un preventivo per una casa singola su due piani di circa 100 mq ciascuno, soffitto del 1P 2,70 mentre del PT 2,05.
    Vorrei sapere se possono essere alimentati con il fotovoltaico e per quanti anni sono garantiti.
    Grazie
    Saluti

  • Buongiorno, sarei interessato ad un pannello di prova per una stanza di 20 mq x h 270 mm
    L’idea sarebbe di posizionare il pannello davanti al termosifone e questo lo farei in tutte le stanze. (in realtà in questa stanza ci sono due termosifoni)
    E’ fattibile?
    Grazie per il riscontro
    Saluti

  • Devo rimpiazzare in toto il riscaldamento in una bifamiliare anni 80 nei due appartamenti di circa 100 mq . Fattibile??

  • Buongiorno,
    vorrei un preventivo per un appartamento di 70mq in un casale. Classe energetica probabilmente G. Altezza soffitti m 2.80. L’impianto elettrico della casa di quanti kw avrebbe bisogno? Grazie

  • Buongiorno chiedo se possono sorgere punti di condense interne nel caso si vada a scaldare un soffitto di un seminterrato (che corrisponde al pavimento di un terrazzo) non coibentato. Mi chiedo cioè se riscaldare una parete molto fredda con questo sistema puó causare condensa (così come fa il vetro della macchina per intenderci) . C’è rischio che si creino muffe?

    • Salve, Assolutamente no, esattamente il contrario. Scaldando la parete da dentro verso fuori eliminiamo l’umidità delle pareti ed eliminiamo le muffe.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *