Sauna finlandese e sauna a infrarossi

Vantaggi dei pannelli di riscaldamento ad infrarossi - Estetica

Tutti conosciamo le saune finlandesi che sono considerate le saune tradizionali.

Le prime saune in Finlandia erano costruite ed utilizzate principalmente per essere delle dimore invernali. Per riscaldarle, si accendeva del fuoco a legna sulle pietre interne, le quali venivano bagnate con dell’acqua per generare il vapore che avrebbe poi contribuito all’aumento del calore percepito. 

La sauna ha, ancora oggi, uno spazio ben radicato nella cultura nonché nello stile di vita finlandese, tant’è che, in media, ce n’è una ogni due abitanti. Con il passare del tempo le proprietà benefiche della sauna hanno avuto sempre più notorietà fino a diffondersi in tutta Europa e negli Stati Uniti.

Con il passare degli anni anche nell’ambito delle saune sono stati fatti progressi e, oltre alle tradizionali saune in legno con pietre calde, sono stati inventati altri metodi spesso più efficienti e più economici, come le saune ad infrarossi o infra-saune.

Le saune tradizionali e le moderne infra-saune hanno vari punti che le accomunano soprattutto per quando riguarda i benefici che possiamo ottenere. 

Punti in comune

Il corpo all’interno della cabina a raggi infrarossi ottiene gli stessi benefici della sauna tradizionale, ma ad una temperatura inferiore (di circa 50 °C contro gli 80-100°C di una sauna finlandese) e con un ridotto tasso di umidità. Molti sostengono che la cabina a raggi infrarossi permetta di godere di un maggiore relax: oltre alla temperature inferiore, vi è anche la possibilità di rimanere all’interno della sauna anche per 60 minuti di fila, senza fare la doccia fredda tra una seduta e l’altra.

Il risultato, in entrambi i casi, è un benessere psicofisico, un allenamento del sistema cardio vascolare, la pulizia della pelle ed un senso di rigenerazione generale causato dall’espulsione delle tossine attraverso la sudorazione.

CP1/F

Differenze

Tipo di calore utilizzato dalle saune

Il calore generato dai raggi infrarossi è differente da quello generato dalla sauna tradizionale. In entrambi i casi si tratta di un calore completamente naturale, come quello solare.  I raggi infrarossi, però concentrano l’80% dell’energia emessa a scaldare il corpo e solo il restante 20% riscalda l’aria della sauna. I raggi, inoltre, agiscono riscaldando il corpo direttamente sotto la pelle, dove è più necessario sentire il calore. La sauna tradizionale, invece genera un calore diffuso che scalda al 100% l’aria circostante, che solo secondariamente penetra nel corpo.

Temperatura

Le infra-saune producono un calore secco con una temperatura piuttosto bassa, compresa tra i 30 e i 50°. La sauna finlandese, invece, per svolgere la sua funzione, deve portare la temperatura ambientale almeno a 65°, anche se poi è solitamente molto più alta (anche 100°). Questa notevole differenza è dovuta proprio alla modalità di generazione del calore, che essendo più concentrato e meno sprecato nel riscaldare l’ambiente, nel primo caso, ha una maggiore efficienza.

Azione sul corpo

Il calore infrarosso, grazie alla sua azione diretta, entra nel tessuto muscolare e nelle articolazioni, sbloccando le tensioni e aiutando molto il recupero da strappi muscolari o da dolori articolari. Il calore, dall’interno, provoca una sudorazione più forte e intensa di quella superficiale, potenziando la normale azione purificante della sauna. Come per la sauna tradizionale, dopo una seduta si ha una forte sensazione di rilassatezza e benessere. L’azione della sauna finlandese prevede solitamente dei cicli di calore e raffreddamento, che regolano la dilatazione dei vasi sanguigni permettendo l’effetto di purificazione, mentre i raggi infrarossi hanno un’azione più continua che non produce questo effetto.

Depurazione

L’effetto depurativo delle due saune è diverso, quella finlandese aiuta rilasciare un sudore che è in maggior parte (per il 97%) acquoso mentre solo il restante 3% sono tossine da espellere. Le saune infrarossi, essendo invece un trattamento più interno e intensivo, permettono di eliminare fino al 20% di tossine con la sudorazione.

Tempi di riscaldamento

La sauna finlandese ha tempi di preparazione piuttosto lunghi per entrare in temperatura, mentre la sauna infrarossi è quasi immediata come utilizzo, per questo motivo ha costi di gestione inferiori rispetto alla prima.

Consumo energetico

Le infra-saune consumano meno energia di quelle tradizionali. Per una sauna a infrarossi si attesta un consumo intorno agli 800 Wh per le infra-saune con tecnologia di ultra-rendimento Celsius , 2500 Wh per le saune ad infrarossi con cavo riscaldante o fibra di carbonio, mentre per le saune tradizionali si va solitamente sopra i 5000-6000 Wh, questo può essere uno svantaggio per l’uso abitativo dove gli impianti sono spesso di potenza inferiore.

Saune con Pannelli Celsius
2 Commenti
  • Che interessante, una sauna in casa è un sogno che ho da quando ero piccola, mi piacerebbe adibire una stanzetta che attualmente uso come sgabuzzino, mi pare che sia circa 4m2, secondo voi è possibile?

    • Sono capitato qui nel blog per curiosità visto che sono cliente ormai da anni, io penso di essere stato tra i primi ad installare una infra-sauna in casa con i pannelli Celsius. La mia esperienza è stata molto positiva, ho trasformato una stanzetta di 3.5m2 circa inutilizzata in una sauna, e con un solo pannello arrivo a 50°C che sono più che sufficienti per una sauna a infrarossi…Ma la cosa sorprendente sono i consumi: con un pannello Celsius da 800Wh scaldo la sauna poi, quando arriva a temperatura, consuma anche meno. Ti consiglio di contattarli direttamente visto loro sono esperti anche nel creare tutta la cabina in modo da non spendere troppo ma avere ottimi risultati. Saluti Massimo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *