I sistemi di riscaldamento ad infrarossi sono poco conosciuti in Italia e non considerati dalle normative di risparmio energetico del nostro paese (D.Lgs 311/06 e s.m.i.) e quindi dal meccanismo di incentivazione fiscale.

Per contro in paesi del nord Europa come Svizzera, Austria e Germania, troviamo moltissime realizzazioni, alcune delle quali studiate e monitorate per rilevare comfort e consumi. Tali misurazioni, qui riportate, dimostrano:

  • il sostanziale risparmio energetico;
  • il minore onere economico a carico dell’utente finale per l’installazione e l’utilizzo;
  • l’assenza di rischi per le persone (al contrario, sono confermati i benefici a livello fisico e
    psichico);
  • il risparmio di acqua potabile per l’impianto di riscaldamento.

La tabella 1 riporta le classi di prestazione energetica per la climatizzazione invernale (EPi) dell’edilizia residenziale, come indicato dalla normativa vigente (D.Lgs 311/06 e s.m.i.).

Raffronto sistemi di riscaldamento - Tabella 1

Raffronto sistemi di riscaldamento – Tabella 1

Le seguenti tabelle 2, 3 e 4 descrivono le peculiarità applicative dei sistemi di riscaldamento tradizionale, a superfici radianti e ad infrarosso in edifici residenziali e terziari, per dimostrare che non esiste un unico sistema che possa essere adattato a tutte le tipologie edilizie; ogni caso deve essere studiato, progettato e realizzato con materiali diversi: anche per poter conservare la varietà di soluzioni tecniche e di possibilità per le imprese della nostra economia.

Volutamente non sono state considerate le strutture dedicate alla produzione industriale in quanto tali edifici sono scarsamente isolati e hanno ampi spazi: i pannelli ad infrarossi perdono di efficacia ad una distanza superiore ai 6 metri. Questo li rende affidabili per stanze di abitazione o uffici, ma non per capannoni, serre e d ampi spazi non isolati.

Avendo affermato che non esiste un sistema di riscaldamento universale che sia efficace per tutte le applicazioni costruttive, li possiamo mettere in competizione su questi aspetti:

  • Energia spesa e costo annuale;
  • Potenza massima da installare;
  • Installazione e manutenzione;
  • Rapidità;
  • Rispetto ambientale;
  • Benessere.

Segue una spiegazione dettagliata e più scientifica dei risultati così visualizzati. I sistemi analizzati sono i seguenti:

  • Pannelli ad infrarossi;
  • Pompa di calore e pareti radianti;
  • Caldaia a condensazione e termosifoni bassa temperatura.
Raffronto sistemi di riscaldamento - Tabella 2

Raffronto sistemi di riscaldamento – Tabella 2

Raffronto sistemi di riscaldamento - Tabella 3

Raffronto sistemi di riscaldamento – Tabella 3

Raffronto sistemi di riscaldamento - Tabella 4

Raffronto sistemi di riscaldamento – Tabella 4

Prosegui

Leggi le conclusioni del raffronto