Per la fase di valutazione è stata presa in considerazione una casa bifamiliare a Wolhusen. Un lato dell’edificio è stato riscaldato ad olio, l’altro con il riscaldamento ad infrarossi.

La struttura dell’edificio, costruito nel 1978, non soddisfa assolutamente lo standard odierno.

La preparazione dell’acqua calda avviene, in entrambe le unità abitative, separatamente su base elettrica.

Di seguito è riportato un confronto di entrambe le metà della casa relativo al consumo di energia.

Riferimento: http://www.infrahome.ch/Fileallegati/Valutazione%20consumo%20energetico.pdf

Periodo della misurazione: 1.10.2007 – 30.4.2008 (7 mesi)

Evidenza 1 – Tabelle 1 e 2

Bilancio

Evidenza 1 – Formula 1

Il rapporto energetico è 3,36 volte inferiore con gli infrarossi rispetto all’olio combustibile; la spesa risulta ridotta di un fattore 2,42.

L’energia elettrica dovrebbe costare 2,5 volte di più per ottenere risultati analoghi a quelli dell’olio. Senza considerare, inoltre, i costi della manutenzione per il riscaldamento ad olio e la sua durata più breve.

Comfort

Gli inquilini hanno constatato che il tempo di reazione del riscaldamento è molto migliore.
Contemporaneamente hanno notato un significativo miglioramento della qualità dell’aria.

Simulazione di calcolo con gas metano

Evidenza 1 – Tabelle 3 e 4

Bilancio

Evidenza 1 – Formula 2

La spesa risulta ridotta del 27%.

Senza considerare, inoltre, i costi della manutenzione ed analisi fumi per il riscaldamento a metano e la sua durata più breve.